Il sentiero degli alpini sull'Alta via dei monti liguri

Un tratto del sentiero degli alpini, percorso tra i più spettacolari dell'Alta Via dei Monti liguri

Un tratto del sentiero degli alpini, percorso tra i più spettacolari dell'Alta Via dei Monti liguri © Salvatore Marino

Un'escursione in Val Nervia sui percorsi della Grande guerra. Tra passaggi impegnativi e scorci mozzafiato. Guarda le foto

 /  / 

Ventimiglia (Imperia) - Venerdi 10 agosto 2012

Continua il nostro viaggio sulle Alpi Liguri in compagnia di Salvatore Marino, appassionato di montagna che ha scelto di percorrere l'Alta Via dei Monti Liguri a tappe: 430 km di cammino attraverso le vette più alte della nostra regione, capaci di scorci che spaziano dalla pianura padana al mar ligure. Un'avventura che Salvatore racconta tappa per tappa sulla sua pagina Facebook.

Questa volta il percorso ha abbracciato Il sentiero degli alpini, tratto ai piedi di monti Pietravecchia (2.038) e Toraggio (1.972) tra i più suggestivi dell'Alta Via, in alta Val Nervia, che permette di rivivere le emozioni dei nostri soldati durante la prima guerra mondiale al confine tra Italia e Francia.
Costruito nell'Ottocento e rimaneggiato più volte fino agli anni Trenta, il sentiero è un antico camminamento di origine militare realizzato in pietra e cemento, lungo le pareti scoscese dei due monti. Il passato bellico dell'area emerge qua e là grazie ai numerosi pozzetti per il brillamento dell'esplosivo in caso di ritirata che si possono scorgere lungo il percorso.

Il percorso, per escursionisti esperti e della durata di almeno 5 ore, presenta diversi tratti esposti, alcune ferrate e tratti franati. Come sottolinea il Cai, «percorrere il tratto della frana può comportare gravi rischi, in particolare per quanto riguarda il possibile distacco di massi».

Approfondisci

Il percorso
Da Arma di Taggia (IM) si procede per Molini di Triora (km. 20), dove all'ingresso del centro abitato bisogna svoltare a sinistra per la colla di Langan e quindi alla Colla Melosa (m. 1540). Qui si trovano un alberghetto e il Rifugio Allavena del CAI di Bordighera. Si segue la strada in terra battuta fino al primo tornante dove si trova una fonte. Questo è il nostro punto di partenza. La Colla della Melosa è raggiungibile anche dalla Val Nervia; da Pigna bisogna prendere la strada provinciale che porta alla Colla di Langan.
Dal sito del Club Alpino Italiano

MaP

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Tempo libero Viaggi

Potrebbe interessarti anche...